L’Agenzia delle Entrate ha chiarito come verificare gli estremi catastali degli immobili oggetto di locazione, che sono inseriti nel quadro C del modello Rli. Ecco quanto spiegato.

All’interno della rubrica “La Posta” di Fisco Oggi è stato posto il seguente quesito:

Il modello Rli per la registrazione di un contratto di locazione è stato scartato perché i dati catastali sono sbagliati. Dove posso verificare i dati esatti?

L’Agenzia delle Entrate ha così risposto:

Dopo l’invio del modello Rli vengono effettuati dei controlli sulla correttezza delle informazioni inserite. Tra i dati verificati vi sono quelli da inserire nel quadro C del modello, vale a dire i dati catastali delle unità immobiliari oggetto della locazione.

E’ possibile verificare gli estremi catastali degli immobili tramite una visura catastale telematica, che può essere effettuata gratuitamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate tramite il servizio di consultazione online, relativamente agli immobili di cui il soggetto richiedente risulti titolare, anche per quota.

Per accedere al servizio dalla propria utenza Fisconline bisogna seguire il seguente percorso: La mia scrivania – Servizi ipotecari e catastali, Omi – Consultazioni Personali.

Please follow and like us: